Note 9 e Galaxy Watch, un’accoppiata vincente

Ho aspettato qualche giorno per pubblicare le mie impressione sui nuovi “gingilli” della casa coreana, ma ora sono pronto a tirare le somme su quelli che, ad oggi, secondo il mio parere sono il miglior smartphone ed il miglio smartwatch in commercio.

Partiamo dal Note 9, era ora!!! Il primo Note degno di questo nome dal 2014 e che prosegue la tradizione dei phablet con pennino di casa Samsung. Per storicità ricordo che in Italia abbiamo saltato una serie, il Note 5 mentre Note 7 fu ritirato dal mercato per la questione “batteria kamikaze” e per Note 8 (bello ma non ballava…) la batteria era il tallone di Achille che secondo me non si avvicinava minimamente al concetto di smartphone professional come durata!
Il design è il medesimo dello scorso anno, senza stravolgimenti, leggermente più largo e quindi a mio avviso più armonico nella forma. Sotto il cofano pulsa la stessa piattaforma hw vista in S9/S9Plus con l’aggiunta di 2gb di ram nella versione di Note 9 da 8/512 gb. Per quello che ho potuto appurare in questi giorni (lo uso dal 24/8 in configurazione dual sim) è finalmente uno smartphone che ti porta con serenità a fine giornata. La nuova batteria (ripeto, secondo me, l’unico vero punto debole del Note 8) da 4000 mAh permette di affrontare la giornata intensa con tranquillità e senza avere necessità di portarsi dietro un power bank . OTTIMA!!! L’altra nuova caratteristica è il pennino connesso in bluetooth low energy, comodo, una “cosa in più”! Usarlo come telecomando viene spontaneo, naturale una feature non fondamentale ma sicuramente comoda. Le altre caratteristiche di base restano le stesse della linea Galaxy S del 2018, quindi consolidate e performanti. La piattaforma sw si basa su Android 8.1 che su Note 9 si comporta benissimo, mai incertezze o impuntamenti, solo qualche micro lag in rari casi e con qualche app (ad esempio nella gestione delle playlist da parte di Podcast Addict ma non è l’unico device a comportarsi cosi!). Una menzione speciale va alla parte audio, semplicemente fantastica! Difficile trovare di meglio oggi sul mercato sia per quanto riguarda gli speakers interni (con Note 9 abbiamo guadagnato la stereofonia rispetto a Note 8) ma sopratutto in cuffia. Il Dac interno è veramente di ottimo livello (le cuffie in dotazione sono le ottime AKG già viste sul Galaxy S9) e le impostazioni audio (vedi anche Dolby Atmos) sono tante e disponibili anche per cuffie connesse tramite bluetooth (non è banale e comune come caratteristica su altri device…). Difficile sbagliare, l’audio sarà sempre di qualità anche con materiale non FLAC o lossless. Chiudo con la parte fotografica (non sono un grande amante della fotografia) che anche quest’anno con il nuovo flagship Samsung si conferma di riferimento nel settore. Foto con scarsa luminosità buonissime (non comunque al livello del P20 Pro che resta il primo della classe). In tutte le altre circostanze le foto sono sempre ottime e di qualità.
Concludo con il Note 9 ribadendo che forse è il miglior smartphone in commercio. Certo, il costo è alto (si parte da 1029€ per la versione 6/128) ma mi chiedo, una Ferrari è a buon mercato!? Veramente un ottimo device, sarà dura questo giro staccarsene!!!

Passiamo al Galaxy Watch. Ovviamente non potevo non associare al Note 9 il nuovo watch della Samsung nella versione da 46mm. Anche in questo caso abbiamo una “logica evoluzione” del già ottimo (per non dire di più…) Gear S3 nella versione Frontier. Esteticamente, secondo me, nella versione acciaio/nero guadagna in bellezza. Più “indossabile” del Frontier che mantiene una vocazione più sportiva. Nello specifico eredita dal suo predecessore, oltre la forma della cassa, il display (1.3″) i tastini laterali ed in generale la sensoristica. Dove si migliora? Sopratutto nella piattaforma hw (nuovo processore Eynos 9110), nuova batteria (470mAh) e poco altro. Ma in cosa si traducono queste novità? La durata e la fluidità di sistema!!! Finalmente si coprono i due giorni di utilizzo! Lo sto usando con retroilluminazione sempre accesa, sensori attivi e a mezza mattina mi trovo sempre ancora il 93% di batteria residua, veramente buono. Piccola chicca è la funzione del tictac (si può abilitare dalle watch face) che si sente portando lo smartwatch vicino all’orecchio. Non serve a nulla, ma per un appassionato di orologi è sempre un piacere sentire il ticchettio delle lancette. Resta invariata la possibilità di rispondere alle chiamate (altoparlante integrato e microfono), messaggi e chat. Concludendo è, come fu per il Gear S3, il miglior smartwatch in commercio secondo il mio parere. E’ quello che ricorda più un normale orologio e Tizen si continua a dimostrare la miglior piattaforma in commercio per questo genere di wearable. Ho avuto Apple Watch ma alla lunga mi ha stancato e non è possibile utilizzarlo al di fuori del mondo Apple (grande limitazione a mio avviso).Ultima chicca, ora nelle notifiche è possibile scorrere e leggere anche i messaggi precedenti!
Conviene passare da Gear S3 a Galaxy Watch? Secondo me si se cerchiamo una durata maggiore della batteria legata ad un design più adatto a tutte le occasioni.

Cosa aggiungere, sono stato molto critico in merito ai dispositivi Samsung degli ultimi anni (i miei amici ne sono testimoni…) ma con questi due nuovi device la casa coreana ha fatto veramente un ottimo lavoro, migliorando dove serviva. Questa nuova politica di non stravolgere anno dopo anno ma migliorare (ove possibile) mi piace e Note 9 e Galaxy Watch vanno esattamente in questa direzione.

 

Both comments and pings are currently closed.
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi