Recensione: iPhone 11 Pro Max 256GB

by Gianluca Errera
225 views

Ho atteso più di una settimana prima di partire a scrivere questa recensione, un po’ per i vari bug di iOS13 ed un po’ per capire bene il comportamento di questo iPhone 11 Pro Max. Bene, ora sono giunto al punto di poter stilare queste mie impressioni con le ragionevoli certezze del caso e già da ora posso anticipare che questo iPhone Pro (nella variante Max) è forse il miglior iPhone degli ultimi anni.

 

Confezione

Classica, in stile Apple, ma con l’aggiunta di un nuovo carica batterie (18W ed era ora…) per una ricarica finalmente veloce.

Cavo tipo C  > lightning
Solita manualistica con annessi adesivi Apple
Cuffie lightning

 

Estetica e materiali

Per parlare d’estetica di iPhone 11 Pro Max voglio portarvi all’attenzione un esempio che mai come in questo caso mi sembra appropriato. Prendiamo ad esempio un brand come BMW e nello specifico la serie 3. Nei vari anni ha subito innumerevoli restyling che hanno evoluto e migliorato l’estetica e le funzionalità dell’auto ma sempre mantenendo quel tratto distintivo che caratterizzava e rende riconoscibile sempre e comunque una BMW. La si riconosce a metri di distanza! La calandra anteriore, le linee, gli allestimenti interni sono un fattore di distinzione che rende unica una berlina di razza come la serie 3 del colosso tedesco. iPhone 11 Pro Max è esattamente così. Nell’insieme uguale a gli ultimi due anni (si veda la linea  X) ma si migliora e lo si riconosce sempre e subito. I materiali sono sempre quelli (di assoluta qualità) ma nella variante 2019 il vetro posteriore diventa opaco e ruvido mentre il frame laterali sono sempre in acciaio. Pesa, è oggettivo! La crescita della batteria, che passa a 3969mAh lo porta a toccare i 226 grammi che non sono proprio pochi. Di contro il device è ben bilanciato quindi risulta comunque maneggevole. Come per il Max dello scorso anno nella parte inferiore trovano posto il microfono, il connettore di ricarica e lo speaker principale. Niente nella parte superiore mentre di lato il solito carrellino per la sim (sempre mono con aggiunta di eSim). Sul lato destro il tasto di accensione (e avvio di Siri) e sinistro l’immancabile tastino per la modalità silenziosa e il bilanciere del volume. La vera ed unica novità risiede nella parte posteriore. Le tre fotocamere fanno bella mostra in alto a sinistra in una sorta di mattonella gigante dove trova spazio anche il secondo microfono ed il flash led. Ancora non ho capito se mi piaccia oppure no (non la ritengo una soluzione estetica in stile “vecchia” Apple) ma va anche detto che l’uomo ha una grande dote: si adatta a tutto! Frontalmente nulla da segnalare, solito notch di una certa “presenza” ma a quello, ora mai, mi sono abituato e francamente dopo un po’ di utilizzo non si nota.
Diciamo che come sempre negli ultimi anni Apple non innova in maniera spinta, ma porta alla maturità un prodotto già di suo molto buono.

Hardware

Niente 5G (…e menomale, tanto per come è implementato in Italia serve a poco!). Nuovo il SoC che arriva alla versione Apple A13 Bionic. Aumenta la ram mentre i tagli di storage restano gli stessi dello scorso anno (64GB, 256GB e 512GB). Deciso passo in avanti per le fotocamere (ora complete)

Nel dettaglio:

Processore: Apple A13 Bionic
Ram: 4GB
Rom: 64, 256, 512 GB
Mono Sim  più eSim
Display: 6,5 pollici (1242X2688) Oled 458ppi Super Retina XDR – True Tone
Fotocamere principali: 12MpX, 12MpX, 12MpX
Fotocamere anteriori: 12 MpX
Sensore impronte: No, FaceID
Batteria: 3969 mAh
Misure: 158 x 77.8 x 8.1 mm peso 226 grammi


Prestazioni e software:

Partiamo da una considerazione su iOS 13 è bello ma…pieno di bug, in soli 7 giorni una major release e due update per sanare i vari bug conosciuti già in beta e quelli scoperti con i primi rilasci. In questo Apple mi ha un pochino deluso/preoccupato. Va anche detto, ad onor del vero, che gli aggiornamenti sono repentini e costanti ma la qualità generale del software mi sembra un pochino scesa, la fretta (eppure di beta ne hanno distribuite parecchie) di uscire sul mercato ha portato ad avere un software forse immaturo. Per il resto iOS 13 è un miglioramento logico. Viene introdotta la dark mode (ben fatta e ben implementata) varie migliorie nei controlli (vedi l’indicatore del volume ad esempio) e alcune funzioni si sono evolute. “Trova il mio iPhone”  ora si chiama “Dov’è” e aggiunge la localizzazione tramite altri iPhone/iPad che si trovano nei paraggi. Viene implementata una nuova gestione della batteria che ne allunga i cicli di vita. Su questo iPhone 11 Pro Max gira tutto benissimo. Fluido al punto giusto, quasi mellifluo. Le prestazioni sono sempre ottime anche nella gestione dei giochi, dove Apple ha aggiunto “Arcade” che consente di fruire, previo abbonamento, di una nutrita selezione di giochi completi e di qualità. Un piacere giocare su questo iPhone. Ottima la scrittura con la tastiera di iOS, sempre reattiva e veloce con l’aggiunta dello swipe che accelera la scrittura ancora di più. Francamente, essendo una evoluzione di iPhone XS Max, grandi difetti non ne ho trovati. Scaldicchia quando messo sotto stress (molto poco a dir la verità) ma nulla di drammatico (mi correva l’obbligo di segnalarlo). Riassumendo, il software iOS13 necessita di ulteriori affinamenti questo è indubbio, vedremo nei prossimi mesi come si comporterà Apple. Piccola digressione: ho collegato il mio AppleWatch al nuovo Pro Max, tutto perfetto come sempre ma…Anche watch OS ha palesato molti bug, troppi. Uno su tutti, ad esempio, la perdita della voce di Miki Mouse e Minnie, la cosa sembra risolta con l’ultimo aggiornamento ma francamente si ha come la sensazione che Apple “per aggiustarne una ne rompa due”!

Come va:

E’ il mio device principale e questo dovrebbe già far capire che mi ha convinto e gli ho dato fiducia. La cosa che maggiormente apprezzo è la durata della batteria. Veramente ottima! Ho avuto tutti gli iPhone, dal primo presentato dal compianto Jobs (preso a New York) a questo 11 Pro Max. Il nuovo iPhone è veramente un Pro, in pieno stile Apple! La batteria anche stressandolo in maniera massiccia mi ha sempre portato a fine giornata (con largo margine). Con un utilizzo medio si può arrivare a coprire i due giorni di utilizzo, risultato mai raggiunto da nessun iPhone da me provato. Ora parliamo dell’altro aspetto tanto atteso in questo 2019 ì, le fotocamere. Finalmente Apple ha colmato il gap che separava un iPhone dalla concorrenza. iPhone ha sempre fatto delle ottime foto e per anni è stato il riferimento ma mancava di ottiche aggiuntive (tre fotocamere contemporaneamente differenziate) e una modalità notte (al buio era impossibile scattare foto decenti). Con la versione 2019 la differenza con i competitor è stata quasi del tutto azzerata. Le immagini in notturna sono ottime. Di giorno i colori sono ben bilanciati e la cosa che mi piace tantissimo è la filosofia di Apple. L’utente finale si deve solo preoccupare di “immortalare” un momento, un “attimo fuggente”! Al resto pensa a tutto iPhone. Le foto sono quasi sempre e per quasi tutti gli utilizzi perfette. Veniamo al display. Ulteriormente migliorato il già buon display dello scorso anno con colori naturali. Spazio colore e Dolby Vision assicurano un’esperienza visiva al top. Ottimo e migliorato anche il comparto audio con l’introduzione del Dolby Atmos che aumenta la spazialità sonora, portando ad una qualità assoluta difficilmente reperibile oggi nel panorama degli smatphone (pochi altri terminali hanno queste prestazioni, forse solo Galaxy Note 10 Plus).

Eccome scatta le foto:

Conclusioni:

In questi giorni ne ho lette tante sul web, nei forum viste di peggio su You Tube. Ragazzi parliamoci chiaro iPhone è costato e costerà sempre tanto (forse troppo). Ogni anno è sempre la stessa storia, tutti denigrano, tutti criticano me poi alla fine comprano ed in questo Apple è stata bravissima nel creare un oggetto iconico, riconoscibile e affidabile. Questo iPhone 11 Pro Max rispecchia esattamente questi canoni. Costa tanto, è iconico, si riconosce subito che è un prodotto Apple e gira bene, molto bene. Da un punto di vista prestazionale è la logica evoluzione dello scorso anno e quindi secondo il mio avviso l’upgrade non è strettamente necessario se non per la batteria (che quest’anno ha veramente prestazioni da prodotto PRO) e le fotocamere con le quali, il colosso di Cupertino ha colmato il gap con la concorrenza. A me sta piacendo molto e mi sta convincendo. E’ un piacere usarlo e gli si perdonano anche i vari peccati di gioventù presenti in iOS 13. Veramente un ottimo prodotto.

 

Giudizio

Pro Contro
Prestazioni e batteria Peso
Audio, display Mancanza del 5G
Fotografia iOS 13 con troppi bug

 

Ti potrebbe interessare...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi